Corrispettivi Telematici: obbligo da Gennaio 2020, Credito d’imposta per adeguarsi !!

Corrispettivi Telematici: obbligo da Gennaio 2020, Credito d’imposta per adeguarsi !!

Per TUTTI i soggetti che effettuano attività di commercio al minuto o attività assimilate viene introdotto, a decorrere dal 1° gennaio 2020 l’obbligo di memorizzare e trasmettere telematicamente i corrispettivi. L’ obbligo è stato inoltre anticipato al 1° luglio 2019 per i contribuenti il cui volume d’affari sia superiore ad euro 400.000. Sostanzialmente il nuovo obbligo supera quello che attualmente è un regime opzionale.
Il legislatore, per sostenere i contribuenti nel nuovo adempimento, ha previsto un credito d’imposta spettante sia per l’ammodernamento che per l’acquisto di nuovi registratori di cassa.

Legge di Bilancio 2019 ha previsto che il credito d’imposta venga riconosciuto direttamente al contribuente che dovrà sostenere la spesa per l’adeguamento dei registratori di cassa. Il contributo previsto, sotto forma di credito d’imposta, è pari al 50% della spesa sostenuta per l’acquisto di uno strumento nuovo, con un tetto massimo di 250 euro; in caso di modifica ad uno strumento già nella disponibilità del contribuente, il contributo massimo riconosciuto è pari a 50 euro per ogni strumento.

Il pagamento della fattura dell’adeguamento o l’acquisto del nuovo registratore di cassa, dovrà esserre effettuato con modalità tracciabile (a/b, a/c bonifici etc…)

Il credito d’imposta si potrà Unicamente compensare tramite delega di versamento F24.

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone