Pos obbligatorio: multe salate per Artigiani, commercianti e Professionisti

Pos obbligatorio: multe salate per Artigiani, commercianti e Professionisti

Sanzioni pecuniarie fino a 1500 euro e sospensione dell’attività per chi non ottempera all’obbligo di dotarsi di un lettore di carte di pagamento POS e di accettare pagamenti elettronici per importi superiori ai 30 euro. E’ quanto prevede il disegno di legge 1747 ora in esame nelle aule parlamentari.

Chi si farà trovare sprovvisto di lettore POS subirà un’ammenda di 500 euro e l’assegnazione di un termine di 30 giorni per l’adeguamento all’obbligo e 60 giorni per la comunicazione alla Guardia di Finanza dell’avvenuta installazione del dispositivo.

Nel caso in cui non ottemperi a queste disposizioni, l’esercente subirà una seconda ammenda di 1000 euro, con l’assegnazione di un ulteriore mese di tempo per adeguarsi.
Se l’inottemperanza persiste scatta la sospensione dell’attività professionale o commerciale sino a che l’esercente non si adegui alla normativa.

Da notare che la nuova normativa prevede che a rilevare l’irregolarità possa essere la Guardia di Finanza durante controlli di routine o a seguito di segnalazioni da parte dei clienti.

L’iniziativa nasce in realtà con l’intento di premiare chi è in regola. All’articolo uno infatti si prevede innanzitutto che chi utilizza il Pos ha diritto a detrarre dall’imponibile reddituale il costo percentuale di ciascuna transazione eseguita tramite questo strumento di pagamento.

Un segnale chiaro e forte dunque di quanto sia divenuto importante ormai, nella lotta all’evasione fiscale, la tracciabilità dei pagamenti, che con i Pos diventa decisamente più semplice e trasparente.

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone